lunedì 22 giugno 2009

BUGIARDI! CHE PADRE PIO VI PERDONI!


di Francesco Colafemmina

E così ieri abbiamo appreso un'altra novità: il corpo di Padre Pio sarà finalmente traslato nella nuova mostruosità di Renzo Piano. Per l'occasione al Santo Padre hanno fatto inaugurare i patetici mosaici del grande artista Ivan Rupnik. Un'opera d'arte che adorna l'accesso alla cripta. La quale - come afferma la Gazzetta del Mezzogiorno di oggi (pag.4) -: "riluce di oro e broccati. Si, proprio l'oro frutto di tante donazioni a Padre Pio, fuso per l'occasione, oggi volta preziosa di quel capolavoro paragonabile secondo i cappuccini alla Santa Sofia di Costantinopoli".
Avete capito bene: la chiesa di Renzo Piano paragonata a Santa Sofia! I cappuccini oltre ad essere avidi di denaro (e di oro) sono anche strabici.
Lascio in pace don Rupnik ed i suoi mosaici che - francamente - mi ricordano troppo la moda kikiana di fondere la bidimensionalità orientale con la sensibilità cattolica, secondo moduli formali che personalmente definirei discutibili. Comunque mi permetto solo di far notare che Rupnik ha realizzato mosaici nella cappella degli appartamenti papali "Redemptoris Mater", sulla facciata del Santuario di Lourdes, all'interno del nuovo mostro sacro di Fatima...e adesso nella cripta di San Giovanni Rotondo. Un'invasione artistica che sembra essere inarrestabile.

Pure, questo è solo un aspetto secondario della questione. I mosaici di Rupnik coprono l'intero percorso a spirale che il fedele dovrà compiere scendendo in cripta. E' lì infatti che ci attende la sorpresa. Come afferma Radio Vaticana: Il Santo Padre "ha poi benedetto la stessa cripta dove, hanno reso noto i frati cappuccini, saranno trasferite le spoglie di Padre Pio".

Aggiungiamo dall'ANSA che - a scanso di equivoci - è stata anche scoperta una targa che identifica il luogo come quello in cui saranno custodite le spoglie del Santo:
La targa scoperta ieri: "In occasione della visita pastorale di Sua Santità Benedetto XVI in questa chiesa impreziosita dalla devozione dei fedeli con la bellezza dell'arte per custodire il corpo di San Pio da Pietrelcina ha sostato in preghiera e l'ha benedetta"
h
"Subito dopo l'Angelus si è abbattuto un nubifragio che ha costretto la folla (50 mila persone, secondo gli organizzatori) a fuggire in una calca indescrivibile. Nel pomeriggio, di fronte ai malati che all'aperto e sotto la pioggia lo ascoltavano, Benedetto XVI ha parlato del mistero della sofferenza, causata dalla potenza del male che "anche nel presente cresce in modo inarrestabile" e non si può eliminare con le sole forze umane. L'ultimo appuntamento, stavolta all'interno della Chiesa di San Pio è stato con i giovani, i religiosi e le religiose. Poi il papa è sceso a benedire i mosaici di un nuovo ambiente: in una targa, anch'essa a mosaico, l'annuncio che il luogo è stato costruito per custodire il corpo di padre Pio."
E poi: "Una cripta, quella del Santuario di Santa Maria delle Grazie, che sarà ancora per poco tempo la 'casa' di San Pio. Da oggi è infatti ufficiale: le spoglie del Santo di Pietrelcina saranno trasferite nella cripta della Chiesa a lui dedicata (quella realizzata da Renzo Piano) e benedetta oggi dal Papa. Non c'é una data. E' possibile che le spoglie siano trasferite nella nuova cripta qualche tempo dopo il termine dell'ostensione, il prossimo 23 settembre."

Quindi le spoglie di Padre Pio finiranno nel tempio massonico. Come era stato ampiamente dimostrato da chi quel tempio l'ha studiato, senza il corpo di Padre Pio, era da intendersi quale macchina spenta, la cui accensione dipendeva dalla presenza del corpo del Santo. Quella chiesa, costruita con l'intento di creare un percorso iniziatico doveva condurre alla rivelazione. E la rivelazione doveva essere il "corpo incorrotto" di Padre Pio. Così dunque sarà!

A questo punto però i tanto bravi frati cappuccini, accompagnati dal Vescovo Mons. D'Ambrosio rivelano soltanto la propria natura di mentitori matricolati.

Cito una serie di articoli dello scorso anno:

"D. – E’ nella stessa cripta dove è stato sepolto per 40 anni?
R. – Sì, rimarrà sempre nella stessa cripta. L’ostensione la lasceremo forse per un intero anno: di sicuro l’ostensione avverrà in un’urna che tutti potranno osservare."
h
CITTA’ DEL VATICANO - “Non ci sara' nessuna traslazione delle spoglie di Padre Pio nella nuova Chiesa intitolata al Santo con le stimmate, ma soprattutto non si e' mai parlato di una possibile traslazione del corpo del Santo”. Lo ha affermato all'Agi Stefano Campanella, direttore di Teleradiopadrepio a nome dei frati cappuccini del convento di San Giovanni Rotondo. "Il sette gennaio scorso - ha aggiunto Campanella - durante una trasmissione televisiva lo stesso Monsignor Domenico D'Ambrosio, vescovo di Manfredonia-San Giovanni Rotondo e Vieste, aveva chiarito che le spoglie di San Pio da Pietrelcina sarebbero state esposte al pubblico nel luogo dove e' stato sepolto, ribadendo anche che non ci sarebbe stata nessuna traslazione del corpo nella nuova Chiesa di Renzo Piano". Intanto fervono i preparativi per la riesumazione delle spoglie di Padre Pio che secondo indiscrezioni e' ormai imminente e dovrebbe avvenire entro pochi giorni per poter organizzare l'evento mondiale del 24 aprile prossimo quando la salma del Santo sarà esposta al pubblico.
h
"Proprio ieri pomeriggio l'associazione torinese «Pro Padre Pio» aveva presentato alla questura di Torino una «istanza di sequestro » della cripta della vecchia chiesa di Santa Maria delle Grazie, nella quale si trova la tomba del santo, al fine di bloccare l'atto di esumazione.
Gli aderenti all'associazione torinese oltre a considerare irrispettosa l'esumazione temono che essa costituisca soltanto un «primo passo» in vista del trasferimento nel nuovo santuario costruito su progetto di Renzo Piano. Ma il progetto del trasferimento è stato più volte smentito dai frati cappuccini di San Giovanni Rotondo e dall'arcivescovo.
Il quale, durante una trasmissione televisiva, ha detto che le spoglie di San Pio da Pietrelcina saranno «esposte alla venerazione dei fedeli nel luogo dove è stato sepolto», ribadendo che "non ci sarà nessuna traslazione del corpo nella nuova chiesa".
h
"Non c' è traccia invece, dei battaglieri esponenti dell' associazione "Padre Pio non si tocca" guidati da un avvocato torinese, Francesco Traversi, nato a Cerignola, che si battono perché le ossa del santo non siano traslocate all' interno del tempio avveniristico tirato su da Renzo Piano nel 2004, ma chiuso per «lavori di manutenzione». è il portavoce dei Cappuccini, Stefano Campanella, a gettare acqua sul fuoco delle polemiche: "Padre Pio riposerà nello stesso luogo in cui è stato sepolto quarant' anni fa".

"Anche per questo c’era chi pensava che l’esumazione fosse solo il primo passo per un nuovo colpo di scena capace di attirare altri pellegrini: il trasferimento del corpo del santo dalla vecchia chiesa in cui aveva vissuto il cappuccino nel nuovo santuario San Pio aperto un paio di anni fa e disegnato da Renzo Piano. Un’ipotesi smentita ancora una volta ieri dal portavoce dei cappuccini: «Non sarà spostato dalla vecchia cripta». Il corpo sarà vestito di nuovi paramenti, uguali a quelli che san Pio aveva al momento della tumulazione, ormai bruciati dal tempo: saio, mezzi guanti e stola. Nessuna reliquia sarà ricavata dalla salma, nonostante le richieste che arrivano da tutto il mondo. Il corpo sarà sistemato in una teca di vetro, sollevata da terra con un piedistallo."

Sangiovannirotondo.net del 21 luglio 2008 - Antonio Lo Vecchio:
San Pio non si muoverà dalla cripta del convento di Santa Maria delle Grazie”. Con questa dichiarazione frà Antonio Belpiede, portavoce dei frati Cappuccini della provincia di Foggia risponde alla notizia apparsa questa mattina su alcuni giornali relativa ad un tour itinerante della salma del santo con le stimmate in giro per i conventi dove il frate visse da giovane. “Notizie totalmente infondate – continua Belpiede – che non fanno altro che turbare i milioni di fedeli che si recano in visita dal santo. Lasciamo che l’ostensione di Padre Pio rimanga circoscritta negli argini della spiritualità, senza andare a cercare sensazionalismi da quattro soldi”.

Ciò detto vorrei aggiungere solo quanto affermato da Filomena Carriero, la donna di Mesagne operata 552 volte per una malattia rarissima e scomparsa appena prima di poter incontrare il Papa a Brindisi nel giugno scorso (avrebbe voluto dire con la sua voce al Santo Padre, quanto San Pio le aveva detto). Filomena vide nel marzo del 2008 Padre Pio in sogno che le diceva testualmente che "non voleva essere spostato" altrimenti la terra avrebbe tremato.

Non possiamo a questo punto fare altro che pregare il Santo di Pietrelcina di tirar giù il mostro architettonico e tutta la sua arrogante magnificenza di ori e lussuose opere di pseudo arte, augurandoci che voglia farlo di notte, mentre tutti riposano, così che al risveglio il miracolo possa essere visibile al mondo intero e possa convertire anche i bugiardi mentitori del tutto indegni di essere uomini di chiesa e sacerdoti di Cristo.

51 commenti:

Anonimo ha detto...

Che padre Pio ne combini una delle sue e riesca a non farsi trasferire in quel tempio massonico.

gianluca cruccas ha detto...

“Causa l’ingiustizia dilagante e l’abuso di potere, siamo giunti al compromesso col materialismo ateo, negatore dei diritti di Dio. Questo è il castigo preannunciato a Fatima […] tutti i sacerdoti che sostengono la possibilità di un dialogo coi negatori di Dio e coi poteri luciferi del mondo, sono ammattiti, hanno perduto la fede, non credono più nel Vangelo! Così facendo tradiscono la parola di Dio, perché Cristo venne a portare sulla terra perpetua alleanza solamente agli uomini di cuore, ma non si alleò cogli uomini assetati di potere e di dominio sui fratelli […] il gregge è disperso quando i pastori si alleano con i nemici della Verità di Cristo. Tutte le forme di potere fatte sorde al volere dell’autorità di Dio sono lupi rapaci che rinnovano la Passione di Cristo e fanno versare Lacrime alla Madonna”. (tratto dal giornale l’Avvenire del 19 Agosto 1978, discorso fatto nel 1963 da San Pio da Pietralcina davanti ai suoi figli spirituali, in riferimento alle lacrime di Maria).

mic ha detto...

lo temevo ma speravo che non sarebbe accaduto, ma non avrei potuto immaginare che sarebbe accaduto con la benedizione del Papa.
Su quante cose che ci sconcertano, stiamo invocando la mano del Signore?
E' un'orribile beffa al Santo, ai suoi figli spirituali e al nostro Signore!

Caterina63 ha detto...

Al di la del mostro architettonico, resta palese una gravissima violazione delle volontà del Santo stesso: "non voglio uscire da questo convento e non vi uscirò, NE DA VIVO, NE DA MORTO!"

O questi signori NON credono nella vita dopo la morte e dunque si trastullano sicuri del fatto che tanto nessuno interverrà dall'Alto...o peggio, essi sfidano le potenze dei Cieli certi del fatto che un santo non appartiene più alle sue volontà, ma a quelle della Chiesa...

Fondere così tanto oro per impegnarlo in opere MORTE INUTILI dal momento che il venerato Corpo ha già una degnissima dimora degna di un Patriarca (ha tutta la Chiesa di santa Maria delle Grazie a sua disposizione) è una BESTEMMIA A DIO in questo tempo di crisi economica....
Padre Pio avrebbe voluto certamente una Chiesa più grande, ma l'avrebbe voluta in quello stile?

Infine, tutti che vantano e rieccheggiano al modo commovente con il quale Padre Pio celebrava la Messa....ma allora perchè tutti i suoi frati si sono prodigati per FAR DIMENTICARE al pù presto quella celebrazione della Messa?

Ci si rende conto che c'è un grave rischio di IDOLATRIA e del culto alla persona, proprio ciò che padre Pio condannava duramente, quando appunto NON ci si prodiga AD IMITARE IL SANTO?

Ciò che stiamo vivende anche in vicende come queste, non c'è nulla da fare, proviene ancora e sempre da quella SPACCATURA causata dalle interpretazioni del Concilio dal quale san Padre Pio NE PRESE LE DISTANZE, ma questo non si può dire...non si può dire che padre Pio chiese ed ottenne di continuare a celebrare nel modo comune a TUTTA la Chiesa non perchè fosse analfabeta, e non potesse imparare la Messa NOM, ma semplicemente perchè NON LA VOLEVA PER LUI E PER I SUOI FEDELI...

Come avrebbe reagito oggi padre Pio alla visita del Pontefice? SAREBBE RIMASTO DENTRO SANTA MARIA DELLE GRAZIE o lo avrebbe accolto dentro la Casa Sollievo della Sofferenza...

ciò che vogliono fare oggi è IMPORRE LE PERSONALI ASPIRAZIONI senza minimamente ascoltare il diretto interessato...

Fraternamente CaterinaLD

Anonimo ha detto...

non essere così pessimista......avranno infatti mentito anche al PAPA......che si è trovato quela iscrizione come un FATTO COMPIUTO.........e forse non se nè neanche accorto mentre la benediceva.......dopo il terremoto in abruzo,un terremoto in puglia.....merito dei peccati del clero!!!!!!!monsignor dambrosio mi ha molto deluso...........vergogna,vergogna!!!!!!!!!!!!

Francesco Colafemmina ha detto...

Ma infatti il Papa non ha nessuna colpa. Si è trovato davanti al fatto compiuto! Perfidi monacelli!!!

mic ha detto...

sono molti gli eventi recenti in cui abbiamo dovuto riconoscere che il Papa è stato messo di fronte al fatto compiuto e quest'ultimo non è il meno grave

Anonimo ha detto...

E chi l'ha messo in giro la storia del tempio massonico.....?????

Non esistono templi massonici!

un lettore ha detto...

Strana coincidenza quella tra il testo del Vangelo di domenica 21 giugno (la tempesta sedata che minacciava la barca dove Cristo dormiva - metafora delle tempeste che squassano la Chiesa) e la bufera abbattutasi su San Giovanni Rotondo dopo l'Angelus e poi su gran parte dell'Italia.
Vogliamo vederci un segno di Dio su sollecitazione del Santo? Tempo fa, mi pare accadde più o meno lo stesso: se non sbaglio un allagamento del luogo dove dovrebbe essere messo il corpo del Padre.

Francesco Colafemmina ha detto...

Anonimo... ma sei ironico? Perchè comunque qui la storia del tempio massonico è un corollario della vicenda. Il succo è: perchè un anno fa hanno promesso a tutti che il corpo di Padre Pio non si sposta ed oggi rivelano un'altra verità?
Ho visto con i miei occhi nel febbraio scorso i muratori all'opera nel riserbo più totale. E mi rivelarono che stavano lavorando perchè la cripta ospitasse il corpo del Padre. Mentre questa gentaglia andava rassicurando i fedeli del Santo, che essendo in massima parte gente semplice ed autentica, rifugge dagli orpelli e cerca Padre Pio in un ambiente rassicurante e comune, quotidiano come quello della vecchia cripta; non nello sfarzo degli ori orientaleggianti! Quanti milioni di euro è costata questa "roba"? Perchè non sono andati a sfamare i bimbi africani? Vergogna! Ipocriti!

M, ha detto...

Vorrei ripetere quanto ho già postato qualche tempo fa: basterebbero pochi dettagli (una statua della Vergine Maria Immacolata, il simbolo delle chiavi di Pietro, un crocifisso comprensibile e non astruso) per dare una bella sterzata in senso "cattolico" al tempio, per sottrarlo alle suggestioni massoniche.... e per metterlo al riparo da qualche scherzetto di Padre Pio!
Ma bisogna fare presto e - specialmente - bisogna volerlo fare....

Anonimo ha detto...

Dissento.

Al più sembrerebbe un tempio massonico con una statua cattolica dell'Immacolata.

Un dito d'acqua in un fiasco di vino è diverso da un dito di vino in un fiasco d'acqua.

Luisa ha detto...

Che vergogna!

Ieri ho fatto molta fatica a vedere il Papa in quell`orribile luogo.
Inginocchiatoi? Non ci sono!
In una chiesa dedicata a Padre Pio, i fedeli non possono inginocchiarsi! Vergogna!
La Croce di Cristo? Un immondo groviglio di ferraglia.
La vetrata che era dietro il Papa? Andate su questo sito a leggervi la simbolica!
Mettere il corpo di Padre Pio, in quei corridori ricchi e dorati è così lontano da ciò che era in vita e dalla pietà popolare che lo circonda !
Mi domando con sincerità e tanta pena, perchè Benedetto XVI ha accettato di andare in quel luogo?

Anonimo ha detto...

Tutto è più facile da capire se si parte dall'ipotesi che il corpo di padre Pio, anziché le spoglie mortali di un santo, vengano considerate dai suoi confratelli come un oggetto di interesse turistico da esporre sulla piattaforma realizzata all'uopo.

Sapete come vanno queste cose... Renzo Piano è costato alla benemerita congregazione un sacco di soldi, e pertanto bisogna far "rientrare" l'investimento.

b.T.

M. ha detto...

Caro Anonimo delle 13.34, ho letto volentieri il tuo parere, anche perchè accompagnato da un efficacissimo paragone!
Il mio parere invece nasce dalla fiducia che ripongo nella forza dei simboli semplici e inequivocabili.
Ma visto che non si tratta questioni dogmatiche.... amici come prima!

Francesco Colafemmina ha detto...

E la cosa più grave è che mentivano sapendo di mentire! Io sono stato lì a febbraio 2008...loro lavoravano e contemporaneamente negavano l'idea stessa della traslazione! Come si possono definire questi esseri che giocano con la fede?

Anonimo ha detto...

Scusami, ma allora come mai, seppure in presenza di testimoni, nessuno ne ha mai parlato prima?

Se la notizia fosse stata subito resa pubblica già a marzo 2008...

Francesco Colafemmina ha detto...

Come mai? Perchè i monaci sono terribili! Hanno chiesto a tutti di mantenere il segreto. Perchè altrimenti non si spiega questa storia. Mantenere il riserbo sino al momento opportuno. Far benedire la cripta al Papa così nessuno potrà accusare il Papa di aver benedetto la cripta di un tempio massonico! Furbi perfidi e menzogneri! Dov'è la carità cristiana? Questa storia mi indigna e mi scandalizza. E' terribile! Abbiamo evitato che il Papa si inginocchiasse davanti al tabernacolo monolite mentre invece preparavano la sorpresa in cripta.

Anonimo ha detto...

Signor Francesco, guardi, non parli a me di orpelli, sfarzo, ori e tessuti pregiati, perchè sicuramente li ho a noia (odio?) sicuramente molto più di lei, mi permetta l'immodestia. Ancora le do ragione sul desiderio dei fedeli, e su quella del Santo.
Sinceramente però lo dico, la storia del tempio massonico mi urta molto. Prima per la questione della domanda che ponevo.
Secondo perchè cosi dicendo è come dire (non so quanto volontariamente, mi spieghi lei)che la Chiesa o chi per essa commissiona templi massonici. Questo non è accettabile. Il gusto sarà discutibilissimo, ma mi preoccupa quell'affdrmazione perchè qualcuno possa capire che vi sia quella intenzione.
Ciò che è giusto va ribadito, corollari potenzialmente devianti, no.
Credo concordi in questo.
Distinti saluti e grazie per l'attenzione.

Anonimo ha detto...

Ho visto quel luogo che ieri il papa ha benedetto, è il paradiso in terra! Mi ha riconciliato con S. Giovanni Rotondo. Non si può parlare senza aver visto. E' telogia fatta immagine non è spreco nè di soldi nè di oro, è opera d'arte che resta per i secoli; mi ha provocato un'emozione unica, mi sono salite le lacrime agli occhi tanto che ho abbracciato d'impeto P. Rupnik dicendogli "grazie"

Anonimo ha detto...

Non "la Chiesa", ma i cappuccini.

Hanno commissionato un mega-santuario ad un rinomato architetto. Ma rinomato non significa "di spiccata sensibilità cristiana".

Poi, forse più per ignoranza che per connivenza, hanno accettato il progetto, pagandolo fino all'ultimo spicciolo.

Che poi dal progetto emerga una quantità allarmante di simbologie massoniche e di rifiniture di pessimo gusto (per dire il meno!) è un dato su cui c'è davvero poco da obiettare.

La menzogna pure è manifesta, non si può certo dire che non ci si era capiti al momento delle interviste del marzo 2008.

I cappuccini onesti e cattolici, che potrebbero perfino rappresentare numericamente la maggioranza, evidentemente non hanno abbastanza voce in capitolo per frenare lo scempio.

Non sarebbe la prima volta che le guide di qualche ordine plurisecolare tentano di monetizzare la santità di coloro che a suo tempo avevano ostacolato e perseguitato.

Certo che vengono i brividi al vedere questa fioritura di "opere" di Fuksas, Piano, ecc...

b.T.

Francesco Colafemmina ha detto...

Caro Anonimo 2,

anch'io vorrei piangere ma per quello che questi mercanti hanno fatto al Padre! Usarne addirittura la salma per spendere milioni di euro con la certezza di incamerarne altrettanti dalle offerte! E i poveri fedeli che in segno di devozione donano oro...
Quando i frati cappuccini decideranno di non accettare offerte in denaro? Quando decideranno di mandare i soldi a chi ne ha davvero bisogno o di lasciarli nelle mani dei proprietari? La chiesa non ha bisogno di oro! Vaticano Spa è un libro adeguato a chi voglia comprenderne la ragione.

Francesco Colafemmina ha detto...

Carissimo,

la storia del "tempio massonico" non è affatto campata in aria. Quella chiesa nasce dalla volontà dei Cappuccini di creare un nuovo santuario nel lontano 1989.
La realtà della Massoneria se non è conosciuta non la si può comprendere. A tal proposito la inviterei a rileggere la famosa lista dei Massoni in Vaticano pubblicata su OP da Mino Pecorelli (il piduista ucciso nel 1978). E poi a cercare in quella lista un ex presidente della Pontificia Commissione per i beni culturali della chiesa (chiaramente non mi riferisco nè a S.E.R. Mons. Piacenza, nè a S.E.R. Mons. Ravasi)...
Poi la invito a leggere il libro di don Crispino Valenziano "L'anello della sposa". La invito inoltre a documentarsi sugli artisti che hanno dato vita a quella Chiesa e l'hanno riempita:
da Arnaldo Pomodoro a Reuschenberg, da Mimmo Paladino allo stesso Renzo Piano. Tutti concordemente agnostici, non cattolici, ispirati ad un esoterismo di maniera facilmente riscontrabile nelle loro opere.
Poi dovrà leggere le poderose opere che leggono i massoni. Comprendere la loro filosofia, il loro teismo, la loro dottrina della trasformazione dell'uomo in Dio.
Una volta fatto ciò dovrà leggere di più sulle consonanze fra chiesa e massoneria. Magari a partire dal volume "Fratelli d'Italia" di Pinotti (c'è un capitolo dedicato in esclusiva al Vaticano).

Poi mi auguro che almeno comincerà a guardare le cose sotto un altro aspetto.

Grazie a lei e cordialità

Francesco Colafemmina ha detto...

Comunque il punto ormai non è più soltanto: chiesa massonica sì, chiesa massonica no.

Il punto è: perchè hanno mentito sapendo di mentire?

Perchè??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Anonimo ha detto...

La ringrazio dei consigli per la lettura. Credo però sia poderosa e dispendiosa.
Quindi rimango della mia, come sempre restio e avverso rispetto ad ogni forma di "complottismo".
Cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

Gli "anti-complottisti" sono fieri di fidarsi esclusivamente delle addomesticatissime versioni ufficiali.

Pertanto nel marzo 2008 crederanno ciecamente alla promessa che le spoglie non saranno mai traslate.

E nel giugno 2009, obbedienti alle dichiarazioni ufficiali, affermeranno che il bianco è nero e il nero è bianco e che il Papa ha già "benedetto" il luogo dove saranno traslate le spoglie.

Che poi l'intero santuario massonico architettato da Renzo Piano e pagato a peso d'oro con le offerte dei fedeli, ricordi più un percorso iniziatico che un luogo di preghiera, non fa assolutamente problema, vero?

Dichiararsi contro "ogni forma di complottismo" è equivalente al dichiararsi a favore di ogni ingenuità.

b.T.

Caterina63 ha detto...

Anonimo ha detto...
Ho visto quel luogo che ieri il papa ha benedetto, è il paradiso in terra! Mi ha riconciliato con S. Giovanni Rotondo. Non si può parlare senza aver visto. E' telogia fatta immagine non è spreco nè di soldi nè di oro, è opera d'arte che resta per i secoli; mi ha provocato un'emozione unica, mi sono salite le lacrime agli occhi tanto che ho abbracciato d'impeto P. Rupnik dicendogli "grazie"

**********************

Se prima avevo qualche dubbio, le sue parole mi confermano della schifezza che trapela...
PARADISO IN TERRA? ma sta scherzando?
teologicamente parlando NON esiste il Paradiso in terra, l'unico spazio e gli unici momenti che offrono questo SESTO SENSO paradisiaco è durante IL CULTO A DIO, LA DIVINA LITURGIA...

Sono stata in quel luogo, e a pelle ho avuto disagio NON TROVAVO GESU' DA ADORARE, DOVEVO ANDARE ALTROVE, IN UN ALTRA STANZA...non c'è alcuna immagine nella "chiesa" che mi inviti alla meditazione, c'è solo il via vai di gente, me compresa, tutti presi DAL VISITARE NON IL PADRONE DI CASA che è stato rinchiuso altrove, ma per visitare L'OPERA DEGLI UOMINI...
è una sorta di museo...

Il Papa ieri entrando è sembrato come stesse entrando nella sala Nervi Paolo VI delle udienze...
NON si è inginocchiato da nessuna parte, NON C'ERA NULLA PER CUI INGINOCCHIARSI...quella che doveva essere un santuario, il Papa l'ha dimostrato bene cosa sia in realtà: UN AULA PER INCONTRI FESTOSI non dove si dovrebbe celebrare il Divino Mistero ANTICAMERA DEL PARADISO...

abbracciare d'impeto l'artista e non provarlo, tale impeto, per CERCARE DOVE E' STATO OCCULTATO IL DIVINO SACRAMENTO E IN GINOCCHIO PIANGERE E SUPPLICARE MISERICORDIA... la dice lunga sull'idolatria che stiamo vivendo e sul culto della persona che si sta facendo...e questo per carità, senza nulla togliere alla buona fede della gente la quale poi vive nella quotidianità ciò che viene ad essi insegnato e i frutti si vedono, eccome se si vedono...

Luisa ha detto...

È chiaro e sicuro che il Santo Padre non si aspettava a dover benedire quella placca dorata con i suo nome. Ho letto la sorpresa sul suo viso, mentre si stava dirigendo verso l`uscita, messo davanti al fatto compiuto, si è eseguito con la sua gentilezza abituale.
Comunque vedere il Papa in quella che non oso chiamare Chiesa, sotto quell`orribile groviglio di ferro,
mi ha lasciata molto perplessa .
Come hanno potuto dei religiosi permettere che qull`orrore fosse sospeso sopra quell`altare?
Ma dove è la fede?
Hanno pensato ai fedeli? Fedeli che non potranno inginocchiarsi e dovranno contemplare quell`orrore, che non oso chiamare croce?

Fabrizio ha detto...

A ben pensarci, non poter inginocchiarsi davanti al cyborg di ferraglia mi sembra una bella cosa. Senza volerlo i progettisti hanno impedito un atto di devozione di fronte a cose che non la meritano!!!!
Per quanto riguarda gli ori e lo sfarzo....al di là dei discutibili risultati dell'arte senza nerbo di Rupnik, mi sembra esagerato dire che la Chiesa non ne abbia bisogno, soprattutto parandosi con la stanca e giudaica scusa di dare i soldi ai bisognosi!

Anonimo ha detto...

A Caterina63
Non parlavo della Chiesa superiore, che lascia perplesso pure me, ma di quella inferiore dove di immagini sacre ce ne sono tante e porta alla preghiera e alla contemplazione. Non si deve parlare lasciandosi prendere dall'animosità, o dal partito preso si rischia di prendere cantonate e non vedere il bene là dove c'è... aveva ragione G.Washington "se uno cerca il male a furia di cercarlo finirà per trovarlo" io mi sforzo di cercare il bene...spero di trovarlo

Caterina63 ha detto...

Caro Anonimo....crede forse che non ci abbia provato?
il "santuario" sopra doveva e avrebbe dovuto essere UN TEMPIO SANTO...NON SOTTO...
il termine stesso "INFERIORE" la dice lunga a chi è stata data la priorità NON certo per il culto a Dio, non certo all'EUCARESTIA la quale SCOMPARE LETTERALMENTE di fronte a tutto l'ambaradam messo su...

Non si tratta di animosità, ma proprio di SEMPLICITA' che manca...
ho osservato molta gente, semplice, davvero semplice, fedeli che erano andati lì per san Padre Pio e si sono ritrovati li che NON SAPEVANO NEPPURE CHE COSA STESSERO GUARDANDO...erano completamente spaesati affascinati si, dall'enormità perdendo ogni concentrazione SUL MISTERO, SULL'EUCARESTIA che passa sistematicamente in nella parte INFERIORE....comprende?

Forse, e dico forse per dimostrarle che non c'è animosità nelle mie constatazioni, le persone un pochino più preparate CULTURALMENTE possono "apprezzare", ma appunto, vado li per fare un PELLEGRINAGGIO e salvare la mia anima... O PER SFORNARE ELOGI AGLI UOMINI?

San Padre Pio, le rammento, che ad ogni suo penitente lo mandava dopo da san Michele Arcangelo...UN SANTUARIO NATURALE come lei ben sa (spero) ebbene, padre Pio NON è mai entrato nella grotta, si fermava sui scalini perchè NON si riteneva degno di oltrepassare l'entrata...
Il pellegrino che entra dentro Santa Maria delle Grazie viene accolto DAGLI ANGELI, così diceva san Padre Pio: l'anima è subito sollevata DALLA SEMPLICITA' DEL LUOGO ANCHE SE PICCOLO...(gli sarebbe piaciuto più grande si, ma con quello stile!!)perchè, diceva padre Pio: EGLI VEDE SUBITO I CONFESSIONALI ED HA DI FRONTE A SE IL SANTISSIMO E LA VERGINE MARIA, l'anima sollecitata dagli Angeli, viene portata così ad adorare il SUO DIO e poi dentro al Confessionale per ricevere il perdono CHE E' VENUTO A CERCARE...

Questa è la teologia di san Padre Pio che in quel mastodontico presunto reliquiario NON c'è affatto, dove lì l'Eucarestia è stata sfrattata per essere messa altrove, FUORI DELLA CHIESA...quando la Sacramentum Caritatis di Benedetto XVI invita (e sarebbe un ordine) a mettere il Tabernacolo o di lato all'altare o in una cappella DENTRO LA CHIESA, IN MODO CHE CHIUNQUE ENTRANDO LO VEDA E IL PRIMO SALUTO LO RIVOLGA A LUI...IL PADRONE DI CASA...

Davvero l'Eucarestia è il Padrone di quella casa? sia sincero!
Egli viene, forse, PER ULTIMO, per prima viene la presunta AMMIRAZIONE di un luogo che, mi creda, la maggior parte dei pellegrini NON COMPRENDE, e forse questa è davvero una grazia!

;-)

Francesco Colafemmina ha detto...

Anonimo,

condivido il detto di Washington...peccato che il caro George fosse massone di altissimo grado...lui quindi del male se ne intendeva eccome!

Come già dicevo nell'articolo però non è l'estetica della cripta che mi interessa ma le menzogne programmatiche di frati e vescovo!
Perchè hanno detto menzogne consapevoli di mentire? Giacchè un'opera come quella non la si realizza in pochi mesi. Deve essere programmata da anni.
E quando dunque nel marzo scorso smentivano le ipotesi di traslazione mentivano spudoratamente!

Lo hanno fatto per tranquillizzare il "popolo" con l'idea perfida che messo di fronte al fatto compiuto ed alla benedizione - forzata - papale, anche il popolo si sarebbe convinto della necessità di traslare lì San Pio.

Caterina63 ha detto...

P.S.
per Anonimo al quale ho risposto sopra:

infine c'è da considerare che san Padre Pio chiese espressamente di non voler uscire dal convento nè da vivo ne da morto: come la mettiamo?

augurarci un gran terremoto perchè giustizia sia fatta mi pare eccessivo, ma attenzione, perchè il famoso detto: gioca con i fanti ma lascia stare i santi, è di tremenda verità che anela ad una vendetta che non si abbassa certamente al nostro modo di concepire la vendetta, ma esiste un Dio che vendica i suoi...
c'è scritto letteralmente nella Bibbia!

Ieri il Papa ha lasciato ai frati un monito GRAVISSIMO:

“ I rischi dell’attivismo e della secolarizzazione sono sempre presenti; perciò la mia visita ha anche lo scopo di confermarvi nella fedeltà alla missione ereditata dal vostro amatissimo Padre. Molti di voi, religiosi, religiose e laici, siete talmente presi dalle mille incombenze richieste dal servizio ai pellegrini, oppure ai malati nell’ospedale, da correre il rischio di trascurare la cosa veramente necessaria: ascoltare Cristo per compiere la volontà di Dio.


Parole gravi per chi sa comprendere la mitezza di Ratzinger e il linguaggio ecclesiale...è un monito forte che sottolinea di come anche al Papa sia giunto che li le cose non vanno molto bene...
Ci si da da fare per INTRATTENERE I PELLEGRINI MA NON SI IMITA IL SANTO...

Sfrattare san Padre Pio DA DOVE CHIESE DI NON VOLERNE PIU' USCIRE E' LA MISSIONE CHE SAN PADRE PIO HA LASCIATO AI SUOI FRATI?

Caterina63 ha detto...

un P.S.

piuttosto...entrando in quel mastodontico...non mi sono sentita ispirata di lasciare nemmeno un centesimo....
i frati dimostrano di non averne bisogno...

Francesco Colafemmina ha detto...

Piuttosto potrebbero aprire una banca. Di questi tempi sarebbe utile!

Francesco Colafemmina ha detto...

Prima di andare a riposare preghiamo Padre Pio. Lui troverà una soluzione a tutto. Mi fido ciecamente di lui!

mic ha detto...

Amici, queste cose, perché le ascoltino i frati e il vescovo andrebbero gridate dai tetti!!!
Una volta tanto 'usiamo' i media anche noi, ma per una buona causa, e diamo voce alla volontà di Padre Pio sulla stampa e sulle TV locali, che non mancheranno di avere un'eco molto pèiù diffusa!
E, forse, chissà che anche i numerosi gruppi di preghiera sparsi per il mondo non si muovano anche loro!

Anonimo ha detto...

è vero,non cè niente di piùfastidioso per un vescovo della pessima pubblicità

Luisa ha detto...

Il ragionamento di Francesco Colafemmina non fa una piega.
I frati, e il vescovo con loro, hanno mentito, sapendo di mentire e cosa ancor più grave hanno mentito strumentalizzando il Santo Padre, mettendolo davanti ad un fatto compiuto.
Mi sono riguardata la registrazione del percorso nei corridoi inferiori, si è visto a lungo il padre Rupnik arrivare quasi di corsa, per poi spiegare al Santo Padre i mosaici, e alla fine, mentre il Papa si avviava verso l`uscita, qualcuno si è avvicinato a Papa Benedetto e gli ha messo in mano lo strumento per benedire (scusatemi non so come si chiama in italiano).
La sorpresa del Papa era evidente, è facile intuire che non si aspettava a fare quel gesto che fu del resto molto rapido.
È una vergogna e non è la prima volta che Benedetto XVi è messo davanti ad un fatto compiuto

Anonimo ha detto...

Caro Signor Francesco, lei ha perfettamente ragione. Punto primo: il cerimoniere del Santo Padre Mons Marini ha fatto baciare l'altare della nuova Chiesa di San Pio, il Santo Padre non si è inginocchiato nell'aula liturgica, ma nella cappella dell'Eucarestia; Punto secondo: il Santo Padre non ha benedetto la nuova cripta, ha solo asperso quel mosaico che ricordava la Sua visita pastorale (rivedere le immagini farà bene a tutti: il Papa era "sorpreso" per la scritta del mosaico). Quindi cari signori, han preso in giro il Vicario di Cristo! E Mons Marini, già da giorni a San Giovanni Rotondo per preparare il "pellegrinaggio del Santo Padre", come Lui stesso l'ha definito..., non sapeva proprio nulla della nuova cripta. E poi, la sacrestia dei buoni padri cappuccini è solita vestire i vescovi con paramenti lussuosissimi e costosi: al Papa han messo una casuletta semplice-semplice, lui sì "francescanamente vestito"...Si leggano i discorsi del Papa riguardanti San Pio: lezione per tutti, frati, suore e laici.
Gianni

Luisa ha detto...

Più leggo quella targa e più misuro l`OLTRAGGIO fatto a Benedetto XVI.

La sopresa che si leggeva sul suo volto era palese .

Che tutti coloro che hanno contribuito a questo scandalo si vergognino, se hanno ancora un pò di coscienza, anche se a dire il vero ne dubito visto lo scempio che hanno non solo permesso ma incoraggiato e approvato.

Luisa ha detto...

Vorrei domandare a Francesco Colafemmina se ha avuto reazioni da parte dei frati.
Quello che è successo domenica in quei corridoi è scioccante e a più di un titolo.

Giovanna ha detto...

Allibiti, frastornati, basiti...
Parole che sembrano aver perso il loro peso espressivo di fronte
a una simile profanazione della vera personalità del Santo, più un incredibile imbroglio, più un inconcepibile SCEMPIO della dignità e della persona del Papa, che tutti dovremmo venerare, per Chi rappresenta e per la Croce pesantissima che sta portando a pro di tutta la Chiesa.

Vorrei che tutti i cattolici del mondo dicessero nel loro cuore, in questo abominevole evento:
"Exsurge, Domine!"

Francesco Colafemmina ha detto...

Carissima Luisa e carissimo Anonimo. Condivido pienamente. Ieri ed oggi sono stato fuori per questioni attinenti l'arte e l'architettura sacra. Adesso vedo che non c'è stata alcuna reazione da parte dei fraticelli. Andranno provocati meglio. E mi do subito da fare...

Luisa ha detto...

In questo caso il silenzio dei frati non è d`oro!

In realtà Benedetto XVI è stato fermato ben due volte.
Una prima volta quando già si avviava verso l` uscita, qualcuno gli ha mostrato quella targa, la sorpresa era evidente sul suo volto, poi rapidamente ripartito per uscire, ecco sorgere davanti a lui un fraticello con il secchio contenente l`aspersorio che il Papa non ha potuto che prendere accompagnato dalle parole, (senza dubbio di spiegazione....) e dal sorriso del vescovo senza dubbio molto fiero di aver riuscito nel suo intento, a meno che pure lui sia vittima delle manovre e menzogne dei frati, benedizione rapida e il Santo Padre è ripartito.

Caterina63 ha detto...

Francesco Colafemmina ha detto...

Adesso vedo che non c'è stata alcuna reazione da parte dei fraticelli. Andranno provocati meglio. E mi do subito da fare...

********************


...come a dire: meglio averti amico che nemico ^___^

scherzi a parte, in un atrio di facebook mi sono scontrata con dei fedeli di san Padre Pio ai quali ho fatto leggere questo spazio e sono rimasti all'inizio sconcertati delle nostre provocazioni, soprattutto ovviamente da Francesco...^__^
ma lentamente dialogando con pazienza, hanno cominciato a rendersi conto di NON SAPERE NULLA di tutto ciò e che a loro risulta che san Padre Pio NON sarà rimosso dalla Chiesa santa Maria delle Grazie, luogo privilegiato e matao dal Santo...

Ne ho tratto che, come volevasi dimostrare, assistiamo ad un INGANNO DIABOLICO ai danni dei fedeli, soprattutto quelli dal CUORE SEMPLICE E PURO... ai quali SI IMPORRA' un cambiamento senza spiegazioni, si troveranno davanti al fatto compiuto e il tutto giustificato con: MA LI' E' PIU' SPAZIOSO!

Cari frati....anche le discariche a cielo aperto sono più spaziose, la preziosità delle Catacombe sta proprio nelle loro ristrettezze ambientali, ma ricche di devozione e di vera semplicità...

Il dialogo fruttuoso con questo gruppo di san Padre Pio si è concluso con un "GRAZIE PER AVERCI FATTO CONOSCERE QUESTE COSE"...e con la Preghiera a san Padre Pio di vanificare questi sforzi ingannatori ai danni dei Fedeli veri...
Attenti cari frati, che tutto si paga, fino all'ultimo spicciolo, specialmente quando a fare le spese di tanta superbia sono il "piccolo gregge" indifeso...

Fraternamente CaterinaLD

Luisa ha detto...

Segnalo che Andrea Tornielli, rispondendo ad una domanda dà il suo avviso.

http://blog.ilgiornale.it/tornielli/2009/06/24/la-grande-statua-di-padre-pio-e-la-creativita-del-sud/

Caterina63 ha detto...

...leggevo che il direttore del progetto è tale Cioffoli EX FRATE che alcuni ricorderanno quando andò a sanremo a cantare e poi gettò la tonaca alle ortiche....l'altro sostenitore sarebbe niente meno che un ateo, di rifondazione comunista, uno che appoggia il divorzio, l'aborto, la manipolazione genetica, l'eutanasia....l'omosessualità...

comprendo che se le vie del Signore sono infinite, si faccia attenzione che anche quelle per l'inferno sono altrettanto infinite e facili da seguire....

^__^

Anonimo ha detto...

Francesco,

leggo da Zenit.org che il monsignore bugiardo riceverà addirittura il pallio.

Sarà il premio per le famose bugie?

Francesco Colafemmina ha detto...

Abbiamo toccato il fondo!

Anonimo ha detto...

E non finisce qui l'empietà: avete forse dimenticato il ....cuore di Padre Pio, che è stato mostrato al Santo Padre in un reliquiario? Fino all'ultimo si è detto che i frati erano "indecisi" se mostrarlo al Papa..!!!!!!Ma scherziamo!? Se davvero fosse stato il cuore di P.Pio, il Papa aveva il pieno diritto di esserne informato! Mi sbaglio? Dove è finito quel cuore così prezioso? Attendo una risposta esauriente dai responsabili. Grazie