venerdì 26 giugno 2009

PANORAMA...SULLA CURIA ROMANA

Tratto da "Il Velino":

Il settimanale Panorama, nel numero in edicola da domani, svela “scontri al vertice della Curia” romana, nonostante le esortazioni rivolte dal Papa ai suoi collaboratori ad “abbandonare carrierismo e lotte di potere”. Scrive il settimanale del gruppo Mondadori: “Il Segretario di Stato vaticano, cardinale Tarcisio Bertone, si prepara a far saltare la ‘sacra corona’”, definizione ironica per indicare l’entourage del sostituto degli Affari generali, monsignor Fernando Filoni. Nei corridoi vaticani si parla da tempo della partenza di monsignor Gabriele Caccia, assessore agli affari generali, uomo-chiave della “gestione Sodano”, di monsignor Paolo Sardi, editor dei discorsi papali, oltre che vice camerlengo, e di monsignor Carlo Maria Viganò, delegato alle rappresentanze pontificie. Ma c’è anche chi scommette sul cambiamento dello stesso Filoni, oggi numero tre della Curia ratzingeriana, diplomatico di spicco del pontificato wojtyliano, ma chiamato a Roma proprio dall’attuale Pontefice. Un dossier francese riportato dalla stampa italiana al tempo dell’imbarazzante vicenda del vescovo lefebvriano Williamson, ha indicato in alcuni di questi monsignori la “falla” nell’organizzazione della Curia romana, addebitando anche intenti contrari alla linea del nuovo pontificato. E quindi in rotta di collisione con l’attuale Segretario di Stato.
Sarebbe irreale e utopico pensare a una Curia in cui tutti sono d’accordo, e infatti esistono e sono sempre esistite divergenze di opinioni tra i cardinali su molti punti sensibili - che Panorama cita -, dalla questione dei lefebvriani alle relazioni con gli ebrei, dal dialogo con la Cina alla beatificazione di Giovanni Paolo II. Panorama sostiene che gli “scontri” in atto siano l’inizio di “manovre per il prossimo conclave”, nonostante “una risonanza magnetica e altre analisi svolte nelle scorse settimane abbiano escluso guai seri per il cuore del Papa”. Ma eventuali spostamenti all’interno della Curia potrebbero essere l’esito di un rendimento di conti e di una riorganizzazione proprio a seguito dell’“affaire Williamson”. Ai “duelli”, il settimanale ascrive anche una contrapposizione tra il cardinale statunitense William Joseph Levada, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede e il porporato spagnolo Antonio Canizares. Entrambi sono arrivati a Roma nominati da Benedetto XVI, il primo all’inizio del pontificato, il secondo da alcuni mesi. Indicazione che porta acqua al mulino di chi sostiene che le nomine dell’attuale pontificato si siano rivelate nel tempo quasi tutte sbagliate.
Ancora. Il processo di beatificazione di Giovanni Paolo II sarebbe la causa delle frizioni tra l’ex segretario di Stato Angelo Sodano e l’ex segretario personale di Karol Wojtyla, Stanislao Dziwisz, i due uomini che più a lungo sono stati al fianco del Pontefice polacco. Ci sarebbe poi una “fronda” contro il Segretario di Stato Bertone guidata dall’ultraottantenne cardinale Achille Silvestrini - scrive Panorama -, anch’egli diplomatico di lungo corso. Il porporato romagnolo non è comunque l’unico tra i principi della Chiesa a sopportare a malincuore che il comando della Curia sia affidato a un teologo salesiano. Non è un segreto che le critiche all’attuale segretario di Stato formano ormai un ampio partito trasversale. Nel numero anche lo stesso Sodano, di cui si ricorderà la riluttanza a lasciare i suoi appartamenti nel Palazzo Apostolico all’attuale Segretario di Stato, che per alcuni mesi ha abitato nella Torre di San Giovanni all’interno dei giardini vaticani.

Copyrigth Il Velino (Marinella Bandini) 25 giu 2009


Le notizie di Panorama sono in parte tendenziose ma per lo più VERISSIME. La "sacra corona" starebbe per cadere... ma il dossier Williamson era un dossier italiano! La questione dei movimenti in vista di un futuro conclave è purtroppo vera e l'operazione Vaticano S.p.A. parrebbe essere una delle prime mosse del genere... ma il Papa sta benone! Quanto alla causa di beatificazione di Giovanni Paolo II sembrerebbe che Dziwisz sia fortemente "impressionato" dalle lettere in fase di pubblicazione della signora Wanda Poltawska... lettere che come avrebbe affermato lo stesso postulatore della causa "basterebbero da sole per il processo di beatificazione" (vedi intervista di Tornielli del 9 giugno). Su Silvestrini, che dire? Certi uomini non si arrendono mai all'avanzare degli anni...

2 commenti:

max ha detto...

I cardinali pensano a fare la guerra per il potere e a preparare il futuro conclave, invece di pensare ai gravi problemi che affliggono la Chiesa. Devo dire che sono molto preoccupato da questi cardinali, che già stanno manovrando per il futuro conclave, anche se spero che Dio mandi all'aria i loro piani. Sono convinto che nonostante le opere degli uomini, alla fine è Dio ad avere l'ultima parola e sono sicuro che proteggerà la Chiesa dalle opere malvagie dei suoi indegni ministri.

mic ha detto...

se quella "sacra corona" non viene rimossa presto, riuscirà a fare ancora più danni.
Auguriamoci che i 'tempi della Chiesa', una volta tanto non siano paragonabili a quelli biblici!