giovedì 28 gennaio 2010

SAN TOMMASO E LA BELLEZZA


In occasione della memoria del Doctor Angelicus San Tommaso d'Aquino vorrei consigliare ai lettori il saggio del Prof. Rodolfo Papa dal titolo "Bellezza ed arte alla luce di San Tommaso". Il saggio lo trovate a questo link. Buona lettura!

3 commenti:

Guy Fawkes ha detto...

Approfitto dei commenti per una segnalazione:
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/ostensione/articolo/lstp/124932/

no comment

GF

Caterina63 ha detto...

Grazie Francesco....e come terziaria domenicana ti sono doppiamente grata per questi Auguri ^__^

Un ricordo nella Messa e nella Preghiera del Rosario!

bedwere ha detto...

S. Tommaso ascriveva la bellezza come propria al Figlio, che possiede la integritas, perfectio e claritas in quanto immagine del Padre. A me sembra che solo un'arte propriamente cristiana possa dunque produrre il bello perche' attinge alla sorgente trinitaria. I capolavori artistici dei greci antichi o di altri sono belli in quanto esprimono un'aspirazione al vero e al buono, cristiana a livello embrionale. Per quel che riguarda l'arte propriamente cattolica, la teologia deve avere il primato e fornire l'ordine all'artista. Questa teologia, oltre ad essere saldamente ortodossa, non puo` fermarsi ad un livello esteriore, cerebrale, ma deve essere vissuta nell'intimo. Insomma ci vuole l'illuminazione della Grazia, meglio se direttamente nell'artista, ma per lo meno nel committente. Altrimenti continueremo ad aumentare la galleria degli orrori qui ampiamente documentata.