lunedì 22 marzo 2010

"SONO ARRABBIATO, DIO!" SI' CE L'HO COI PROGRESSISTI E CON I LORO FIANCHEGGIATORI...


di Francesco Colafemmina

Che vi avevo detto?

Questo concerto cacofonico di grancasse antivaticane è tutta opera di un rigurgito progressista! Avevo individuato gli artefici in gruppi quali "Noi siamo la Chiesa". Per tutta risposta l'Arcivescovo di Vienna che fa? Organizza un incontro di preghiera dal titolo "Sono arrabbiato, Dio!" assieme a "Noi siamo la Chiesa". Il tutto nel duomo di Santo Stefano a Vienna, mercoledì prossimo. Ecco cosa dice Radio Vaticana Germania:

"Il Movimento "Noi siamo la Chiesa" insieme al Cardinale Christoph Schönborn, organizza una liturgia penitenziale nella cattedrale di Santo Stefano. Durante il servizio di culto il prossimo Mercoledì sera sarà offerta ai fedeli la possibilità di contribuire con le loro denunce personali e le frustrazioni per gli scandali sugli abusi "ma anche di offrire le loro speranze davanti a Dio". La dichiarazione di "We Are Church" afferma "le vittime, e i credenti sono delusi". "Siamo fiduciosi che l'espressione di delusione possa essere un primo passo importante per la bonifica", scrive "We Are Church". Il tema dell'incontro è il seguente: "Sono arrabbiato, Dio!"
-
No comment!

11 commenti:

Caterina63 ha detto...

...pensare che Benedetto XVI SI RIFIUTO' di incontrarli quando andò in visita a Vienna....

DANTE PASTORELLI ha detto...

Chi lo ha posto su quella cattedra?
Chi ce lo lascia?

DANTE PASTORELLI ha detto...

Chi lo ha posto su quella cattedra?
Chi ce lo mantiene?

Montmirail ha detto...

"Chi lo ha posto su quella cattedra?
Chi ce lo mantiene?"


Ogni scusa è buona per il tiro al piccione? Troppo forte certo tradizionalismo..Si potrebbe
definire con linguaggio progressista "diversamente ostile"..

Anonimo ha detto...

Caro Colafemmina,
complimenti per la ricerca !
Credo che ci abbia azzeccato.

Caterina63 ha detto...

Caro Dante...il Papa non può fare il...."castigamatti" ^__^ salvo poi dover fare delle Lettere apostoliche come alla Chiesa in Irlanda (che vale per tutti) perchè vescovi e cardinali non gli hanno obbedito per rimediare i loro danni...

Ottimo proprio oggi il comunicato del Vescovo di Trieste uscito su Zenit...andiamo avanti così a piccoli raggi di luce in mezzo a tante tenebre ;-)

Noi informiamo (in questo caso Francesco eh!), proviamo a dare perle e naturalmente supplicando per noi stessi la medesima misericordia che non vogliamo escludere per gli altri
dal momento che Gesù ci ammonisce che con lo stesso metro che avremo usato per giudicare gli altri, saremo giudicati anche noi...ergo se ci infiliamo anche un pò di misericordia come fa il Papa, non sbagliamo....ci tornerà utile anche per noi ^__^

Ergo su quella Cattedra ci sta, non sta a noi toglierlo, forse si al Papa, anzi a lui si, ma se non lo fa diamogli fiducia...(al Papa)
e continuiamo a denunciare gli orrori...

Maria ha detto...

Mi associo al commento di Caterina, non penso che sia facile come a volte noi siamo indotti a pensare, muovere le "pedine" nella scacchiera Chiesa. Ci sono tanti equilibri (o finti tali), che rendono poco immediato questo cambiamento... e pochi sono i veramente fedeli, sui quali fare affidamento.

Ma a questo punto, a quando il meeting fra "noi siamo Chiesa" (versione it) e "Viva il Concilio"? Hanno anche la stessa veste grafica! ....

Anonimo ha detto...

Caro Colafemmina, scrivi a termine del post "no comment"

Hai ragione, è meglio non fare commenti...sarebbero solo parolacce!

Caterina63 ha detto...

Cara Maria....lo scontro ci sarà ^__^
per ora è importante che i nodi vengano al pettine e che il marcio EMERGA....

Due giorni fa la Lettera del Vescovo di Trieste che descrive una situazione gravissima nella Chiesa...e per la quale situazione, denunciata da noi da molto tempo, siamo stati presi abbondantemente in giro dai soliti modernisti che usano la dfiesa del Concilio come arma impropria....

Ora che a dirlo è un Vescovo qualcuno comincerà a togliersi la TRAVE CHE GLI SOVRASTA L'OCCHIO per vederci meglio? ^__^

Guardiamo i fatti:

- fino a 5 anni fa era impensabile parlare di LITURGIA ANTICA, anzi era un tabù, eri CONTRO IL CONCILIO se chiedevi che fine avesse fatto il Catechismo san Pio X o il Concilio di Trento o il Vaticano I...

- dal 2007 il Papa si è unito UFFICIALMENTE al coro dei "DISPERATI" ^__^ chiedere la Messa antica non è più un tabù e non sei uno scomunicato...il Papa già dal 2005 aveva ricordato ai Cardinali e Vescovi che c'era stata una rottura con il passato e BISOGNAVA RIMEDIARE...

- dal 2008 il Papa compie un altro gesto: la revoca della scomunica alla FSSPX riconoscendole quel qualcosa di buono che li anima ed è costretto a SCRIVERE UNA LETTERA AI VESCOVI i quali minacciano una sorta di ammutinamento e il Papa dice loro:

Ma ad alcuni di coloro che si segnalano come grandi difensori del Concilio deve essere pure richiamato alla memoria che il Vaticano II porta in sé l’intera storia dottrinale della Chiesa. Chi vuole essere obbediente al Concilio, deve accettare la fede professata nel corso dei secoli e non può tagliare le radici di cui l’albero vive.
(...)
A volte si ha l’impressione che la nostra società abbia bisogno di un gruppo almeno, al quale non riservare alcuna tolleranza; contro il quale poter tranquillamente scagliarsi con odio. E se qualcuno osa avvicinarglisi – in questo caso il Papa – perde anche lui il diritto alla tolleranza e può pure lui essere trattato con odio senza timore e riserbo.


- I VESCOVI IN AUSTRIA E IN SVIZZERA SI RIBELLANO AL PAPA E GLI RIFIUTANO LA NOMINA DI UN VESCOVO....

- nel 2010 il Papa alla Sacra Rota per la prima volta sostiene che esiste una PSEUDO-PASTORALE che offusca quella autentica della Chiesa...

- nella visita all'ultima parrocchia il Papa ribadisce l'urgenza di una PASTORALE COMUNE A TUTTE LE COMUNITA', PROVENIENTE DAL MAGISTERO ECCLESIALE....

Il Papa sta pasturando bene il Gregge, ma ci sono ancora troppi avvelenatori di tal cibo...
;-)

OlatusRooc ha detto...

vorrei andare a questo incontro di preghiera per unirmi ai "fratelli" e dire in pubblico" sono arrabbiato, Dio, perchè nella Tua Chiesa ci sono tanti scemi che fanno le cose senza pensare e disobbediscono al Tuo rappresentante senza neanxhe vergonarsi..."

ma potrei aggiungere anche altro...

DANTE PASTORELLI ha detto...

Le Congregazioni che ci stanno a fare, Caterina?
Le cattedre si affidano ma si posson liberare.
Si posson dare e toglier anche le porpore. Il caso Billot, che pur era un eccelso teologo, nulla insegna?
La salute delle anime deve precedere qualsiasi calcolo umano, come quello degli equilibri.
E se ci sono avvelenatori gli lasciamo ancora il pastorale affinché a bastonate impongano al gregge di inghiottir i bocconi ingannatori?