giovedì 9 febbraio 2012

IL PAPA MORIRA' ENTRO UN ANNO: AUSPICIO O INQUIETANTE MINACCIA?


Secondo AGGIORNAMENTO: stando a quanto scrive Andrea Tornielli il documento sarebbe autentico. Ora, non importa se in Vaticano qualcuno leggendolo si sia fatto una risata. Importa solo appurare se Romeo ha fatto quelle affermazioni di cui dovrebbe semplicemente vergognarsi. Come si fa a parlare del Papa con un simile spietato cinismo? Peraltro Tornielli dice che il documento sarebbe stato trasmesso al Papa dalla Segreteria di Stato. Eppure il Papa ha incontrato Castrillon in udienza privata il 13 gennaio. Nell'articolo apparso su Vatican Insider par di capire che Romeo fosse a conoscenza di un "complotto delittuoso" per uccidere il Papa. In realtà il documento tradotto da Il Fatto Quotidiano chiarisce che Romeo"ha annunciato che il Santo Padre avrebbe solo altri 12 mesi da vivere". La storia del "complotto" è una inferenza di chi ha redatto il documento. E si spiega così: per dire che il Papa ha solo 12 mesi di vita o Romeo è un profeta, o sa che il Papa è malato, oppure... 


AGGIORNAMENTO: qui potete leggere il documento tradotto in italiano.  Alcune annotazioni a margine del testo:
1.Nel documento si fa riferimento ad una "Chiesa clandestina RKK1". Non è nota nessuna Chiesa clandestina cinese così denominata. D'altra parte sarebbe da sprovveduti pubblicare un documento nel quale viene citato il nome di una Chiesa clandestina esponendola così al pericolo.
2. Nel testo si parla in un'occasione di "Cardinal Bertone Segretario di Stato della Chiesa Cattolica Romana". Non ha senso l'aggiunta di "Chiesa Cattolica Romana" in un documento riservato per il Papa. Sarebbe infatti un dato scontato.
3. Se escludiamo l'inquietante questione della morte del Papa, in complesso il documento non aggiunge molto a ciò che già sappiamo. Sappiamo infatti dello strapotere di Bertone, sappiamo che Scola è stato nominato Arcivescovo di Milano perché questo era un desiderio del Papa. Sappiamo che Romeo è avverso al rinnovamento liturgico benedettiano. Sappiamo insomma già molte cose.
4. Sulla storia della morte del Papa in 12 mesi è evidente che se il documento fosse vero sarebbe una espressione clamorosa di bieco cinismo. Ma se fosse falso sarebbe solo servita a convogliare altri messaggi. In particolare uno: rimuovere al più presto Bertone dal suo ruolo di Segretario di Stato e bruciare contemporaneamente Scola in vista di un futuro - speriamo il più tardi possibile - conclave. 
5. La dinamica sull'elezione di un nuovo Papa come se fosse un automatismo lascia esterrefatti e fa propendere per un falso. D'altra parte che Bertone voglia un italiano Papa non dev'essere difficile da immaginare. E' infatti questa una fonte di preoccupazione per numerosi ecclesiastici. 
6. Sappiamo d'altra parte che il Papa ha ricevuto in udienza privata il Cardinal Castrillon il 13 gennaio 2012
Si aggiungono tuttavia nuovi dettagli al "complotto". In particolare - cito -: "Il Cardinal Romeo ha aspramente criticato Papa Benedetto XVI, perché si occuperebbe prevalentemente della liturgia, trascurando gli “affari quotidiani”, affidati da Papa Benedetto XVI al Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato della Chiesa Cattolica Romana. Il rapporto fra Papa Benedetto XVI e il suo Segretario di Stato Cardinale Tarcisio Bertone sarebbe molto conflittuale. In un’atmosfera di confidenzialità il Cardinale Romeo ha riferito che Papa Benedetto XVI odierebbe letteralmente Tarcisio Bertone e lo sostituirebbe molto volentieri con un altro Cardinale."


di Francesco Colafemmina

Durante la trasmissione "Servizio Pubblico" di Michele Santoro il direttore de Il Fatto Quotidiano Antonio Padellaro ha anticipato un documento che sarà pubblicato domani sul quotidiano da lui diretto. Si tratta di una rivelazione drammaticamente inquietante. A quanto pare si tratterebbe di un documento in tedesco che parla di un complotto per uccidere (???) nei prossimi 12 mesi Papa Benedetto XVI. Questo documento sarebbe stato consegnato al Papa dal Cardinal Castrillon. Non si sa con precisione il ruolo del Cardinale Castrillon come quello del Cardinal Romeo, arcivescovo di Palermo, nell'avvertire il Pontefice del potenziale rischio cui è sottoposta la sua vita. A quanto pare però il Cardinal Romeo avrebbe detto a qualcuno durante un suo viaggio in Cina (ma siamo certi che Romeo ci sia stato a novembre?) che il Papa morirà nei prossimi 12 mesi e sarà probabilmente sostituito da Angelo Scola. Questa confidenza è stata poi riferita al Cardinal Castrillon che avrebbe preparato un memorandum in tedesco riservato per il Santo Padre, avanzando anche l'ipotesi di un potenziale complotto ai danni del Pontefice.

Romeo, certo non un ratzingeriano, ed è un personaggio ben inserito negli ambienti romani che contano... Ricorderete peraltro che Romeo chiamò la Digos per far togliere gli striscioni di giovani tradizionalisti che volevano ringraziare il Papa durante la sua visita a Palermo per il dono del Motu Proprio... Sappiamo bene d'altra parte che il Cardinal Castrillon è un uomo che stima ed ama il nostro caro Papa.

Pur essendo troppo presto per commentare, voglio tentare tuttavia una ricostruzione azzardata: parlando con qualcuno in Cina (o chissà dove) il Cardinal Romeo si sarà lasciato sfuggire, magari rispondendo a chi gli chiedeva lumi sulla salute del Papa, che a suo parere il Papa non "dura" un anno e che quindi ci sarà presto un conclave. Che poi da questo conclave potrebbe uscire Papa il Cardinal Scola nonostante l'opposizione di Bertone... Qualche anima pia, poco adusa al cinismo clerical-vaticano, avrà riferito in preda allo shock le parole di Romeo al Cardinal Castrillon. Questi essendo un fedele amico del Papa avrà pensato al peggio e tentato di avvertire il Papa. Questa è la mia fantasiosa - ma non tanto - ricostruzione stando ai dati finora in nostro possesso. Spero di dover essere smentito. Intanto padre Lombardi fa sapere che a suo dire si tratterebbe solo di "farneticazioni". C'è da augurarselo.

Ma intanto... oremus pro Pontifice Nostro Benedicto!



P.S. Marco Lillo, il giornalista autore dello scoop dev'essere in qualche modo il beneficiario dell'Assange della Segreteria di Stato o meglio dell'entourage più ristretto del Papa. Nelle ultime settimane ha infatti pubblicato due documenti provenienti dalla terza loggia del Palazzo Apostolico. Non riesce difficile immaginare che la manina che gli ha passato questo terzo documento sia la stessa che gli ha passato i precedenti...  

8 commenti:

DANTE PASTORELLI ha detto...

Tanta parte della gente che il Papa ha chiamato o s'è ritrovata intorno è inqualificabile.
Questo continuo passar documenti che dovrebbero rimaner segreti è inquietante, ma non meraviglia.
E sinceramente non mi meraviglierebbe neppure l'eventualità d'un complotto.
Forse Romeo sa sulla salute del Papa - s'è vero che ha pronunciato quelle parole - quel che noi non sappiamo.
Però se il Cardinal Castrillon ha sentito l'urgenza di scriver un promemoria al Pontefice, è chiaro che c'è più di qualcosa che lo ha fortemente allarmato.
D'accordo con te, Francesco, non ci resta che pregare.

Andrea ha detto...

Come sai bene, caro Francesco, più di qualcuno ritiene che la parte del Segreto di Fatima relativa all'uccisione del Papa (insieme a molti fedeli) da parte di "un gruppo di soldati" NON si sia compiuta, in forma miracolosamente attenuata, con l'attentato del 13 maggio 1981.

Certamente il momento attuale è di grave tensione, perché, oltre allo scatenamento delle forze anticristiche che si sono liberate delle maschere (vedi ad esempio il divieto dell'obiezione di coscienza sull'aborto di Stato), c'è all'interno della Chiesa una sorta di scollamento fra chi, ormai anziano, intende seguire il filone "illuminato" sorto negli anni '50/'60 e chi (giovane o anziano) intende solo seguire il Papa e amare Dio.

In definitiva: nel 1981 era vivo il movimento anticristico ottocentesco (Marxismo/regime); oggi è vivissimo un odio nichilistico centrato in Occidente (NO all'uomo immagine di Dio e NO al Vicario di Dio in terra).

Andrea ha detto...

P.S. Possiamo considerare l'attuale "Evento del Progetto Culturale" intitolato "Gesù nostro contemporaneo" un momento importante di tale proceso di scollamento?
Penso proprio di sì, considerando la presenza in esso della tipica ricerca (satanica) della "coincidentia oppositorum".
Da una parte ci si muove con accenti ratzingeriani (Dio, Cristo Vivo, Chiesa ecc.), dall'altra si afferma che il "sale" dell'evento sarà il confronto con i "punti di vista differenti".

Chiedo scusa, ma suggerisco di nuovo un'occhiata al mio commento su tali punti di vista riportato nel blog di Raffaella in data 3 febbraio, sotto "Gesù..,evento audace"

Anonimo ha detto...

a me sembra la trama di un romanzo di fantapolitica ecclesiale. comunque, ammesso che qualche complotto ci possa pur essere, se non altro questa notizia farà rafforzare la vigilanza.

Anonimo ha detto...

RKK1?
RKK è in tedesco un'abbreviazione comune per Römisch-Katholische Kirche (Chiesa Cattolica Romana). Il che torna in "Cardinal Bertone Segretario di Stato della Chiesa Cattolica Romana" Dunque: Bertone membro di questa chiesa clandestina??

Nato Stanco ha detto...

Necesse est enim ut veniant scandala...

Anonimo ha detto...

Caro Francesco, seguo il tuo blog da un po' di tempo e da quando l'ho scoperto vengo di tanto in tanto a rendervi omaggio, perché risponde perfettamente anche alla "mia" visione di "giovane" trentacinquenne (!!!) cristiana cattolica con la "K",se volessimo citare anche qualcun altro...
Essendo varie le fonti di questa notizia e fidandomi parecchio del tuo punto di vista e considerazioni fatte in merito, provo a chiedere molto umilmente: tienici informati. E intanto mi unisco al coro di preghiera silenziosa pro Papa Benedetto XVI. EMA ENA ELA

Jackets ha detto...

In the cold winter, when you want to go out, North Face UKand north face outlet berkeleyis need. It will keep you warmth all the day.